La liberazione che non c’è

di Salvatore Fiorentino © 2021 Chi non era ancora nato nel periodo della catastrofe nazi-fascista non può capire. Non sono i racconti dei nonni, le lezioni apprese dai libri di scuola o dalle testimonianze di chi a quel tempo lottò per la libertà a poter restituire viva l’effettiva dimensione della realtà vissuta. Le celebrazioni hannoContinua a leggere “La liberazione che non c’è”

Inquisizione democratica

di Salvatore Fiorentino © 2021 Ormai è tutto chiaro. L’Italia è una democrazia apparente. Forse, seppur paternalistica, la “prima repubblica” ha garantito un livello di democrazia superiore a quello che si è realizzato da “Mani pulite” ad oggi. Da quel momento, la magistratura, sospinta in ciò da una sola parte politica, quella che non riuscivaContinua a leggere “Inquisizione democratica”

Movimenti Cinque Stelle

di Salvatore Fiorentino © 2021 L’ultimatum di Casaleggio jr è scaduto e Beppe Grillo col suo video choc ha traversato il Rubicone. Che adesso lo separa irrimediabilmente dal quel M5S divenuto un satellite del Partito Democratico, lo stesso Movimento che si sarebbe dovuto rifondare sotto le cure dell’ex avvocato del popolo, Giuseppe Conte. Il qualeContinua a leggere “Movimenti Cinque Stelle”

“La crescita infinita in un mondo finito”

di Salvatore Fiorentino © 2021 Ha ragione uno storico dell’arte come Tomaso Montanari o un banchiere come Lorenzo Bini Smaghi? Nella singolar tenzone catodica nella quale il primo si riporta ad un aforisma – che sarebbe da attribuire a Kenneth Ewart Boulding (1910–1993), economista, pacifista e poeta inglese naturalizzato statunitense – secondo il quale “chiContinua a leggere ““La crescita infinita in un mondo finito””

Né Draghi né Conte, l’Italia merita altro

di Salvatore Fiorentino © 2021 Come al solito, il “dibattito” all’italiana vede da un lato i tifosi del nuovo (vecchio) premier Draghi e dall’altro quelli del vecchio (nuovo) premier Conte. I fatti dimostrano che né l’uno né l’altro possono rappresentare il futuro dell’Italia, che merita altro, quanto meno sulla base delle potenzialità virtuose, al nettoContinua a leggere “Né Draghi né Conte, l’Italia merita altro”

Il regime democratico

di Salvatore Fiorentino © 2021 Vedere e sentire nel 2020 – appena due anni dopo le elezioni del “cambiamento” – che esponenti del M5S propugnino qualcosa che assomiglia pericolosamente ad una fusione politica di fatto con il PD, sorprende, ma non troppo. Soprattutto dopo l’inarrestabile dilapidazione del patrimonio di consensi elettorali raggiunto con il 33%Continua a leggere “Il regime democratico”

Conte è la fine del MoVimento

di Salvatore Fiorentino © 2021 Ma chi ha deciso che l’ex premier Conte dovesse assumere i panni non solo del leader di quello che sarà il M5S, ma persino i poteri del rifondatore? Il popolo pentestellato? Il voto degli iscritti sulla piattaforma (che sarà rottamata) Rousseau? Il vate padre-padrone Grillo? I parlamentari? Gli amministratori locali?Continua a leggere “Conte è la fine del MoVimento”

“Dossier Lumia”: dal caso Italkali alle grandi discariche

di Salvatore Fiorentino © 2021 Sembra venuta giù una valanga. Quella delle accuse che, in modo sempre più qualificato e circostanziato, puntano il dito verso l’ex senatore Giuseppe Lumia, per cinque legislature (dal 1996 al 2018) ininterrottamente componente (presidente dal 2000 al 2001) della “Commisione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno delle mafie”, divenuto l’emblema di quell’antimafiaContinua a leggere ““Dossier Lumia”: dal caso Italkali alle grandi discariche”

Regime all’italiana

di Salvatore Fiorentino © 2021 Il fascismo non è il fascismo, è il non ragionare. Potremmo così parafrasare la celebre frase che il colto professore di lettere, interpretato da Gian Maria Volontè nel film “Una storia semplice”, si trova a pronunciare nei confronti di un grigio procuratore della repubblica che da studente rimediava sempre votiContinua a leggere “Regime all’italiana”

Grillocrazia

di Salvatore Fiorentino © 2021 E’ ricorrente la citazione del detto “la democrazia è la peggiore forma di governo, eccezion fatta per tutte quelle sperimentate sinora”. Per questo, sentire ancora parlare di “riforma elettorale” quale soluzione alla cronica crisi delle forme di governo appare lunare, sotto vuoto spinto di intelletti che avrebbero meglio figurato neiContinua a leggere “Grillocrazia”